Come educare un bambino alla legalità?

4 APRILE 2022
condividi su Facebook
Geronimo Stilton, nel corso delle sue stratopiche attività, ci ha insegnato una cosa: mai sottovalutare i bambini! “Legalità” sarà sì un termine “da grandi”, ma il nostro topo-giornalista sa che ciò che sta alla base di questo importante valore è un concetto comprensibilissimo dai più giovani: ognuno di loro, infatti, sperimenta nel quotidiano l’importanza di darsi delle regole per garantire il rispetto e il benessere della propria piccola comunità, a scuola come in famiglia. Quindi, ben vengano le riflessioni sull’argomento, in classe e a casa. Quello gettato da Destinazione Legalità è un seme che può trovare terreno fertile nei bambini, se nutrito con le giuste parole e un pizzico di divertimento da parte di grandi e piccini! 

Un sentimento innato.

La spinta al riconoscimento della legalità è spontanea negli essere umani di ogni età, ma il
suo rispetto… purtroppo a volte dipende dalla convenienza. Quante volte abbiamo sentito un bambino sbottare con un “Non è giusto!”, di fronte a un coetaneo che sottrae un gioco? Occasioni come queste offrono una preziosa opportunità per illustrare ai piccoli diversi aspetti che ruotano attorno al concetto di giustizia: come ci si sente quando si subisce un’ingiustizia? E come ci si
sente quando ci si accorge che la comunità - i compagni di classe per esempio non è d’aiuto nel contrastarla? Riflettere insieme su queste due semplici domande può aiutare i bambini a formare il nucleo di ciò che diventerà la loro coscienza civile: la stessa che quando saranno grandi LI aiuterà a confrontarsi con temi come il bullismo, il vandalismo e le disuguaglianze sociali.

Partecipa all’iniziativa!

 


le ultime news